@Raffaele Pigneri

Serie A e giovani: i gioiellini del centrocampo

219
16/11/2014 14:01
Calcio, fantacalcio e under 21. Dopo aver pubblicato il post sui migliori giovani nati dal 1992 in poi tra portieri e difensori, e' il momento di pensare al centrocampo. Siamo in un reparto in cui ci si aspetta anche qualche numero supplementare: i +3 tanto cari ai fantallenatori, magari accompagnati da qualche assist e in generale da una media voto alta e continua. Ovviamente, visto che si parla di giovani, la prerogativa indispensabile e' quella di essere nei 12, 13, 14 titolari nella prorpia squadra di club. E sappiamo quanto cio' sia difficile in un campionato che di fresco e spensierato ha ben poco come la Serie A.

Chi di sicuro non ha problemi a conquistarsi un posto in squadra, e' uno dei migliori centrocampisti del nostro campionato e del Mondo. Paul Pogba, nato a Lagny-sur-Marne il 15 marzo del 1993. A 21 anni ha gia' il curriculum del veterano e una valutazione di mercato da capogiro. Merito di quel volpone di Raiola? No, merito del giovane fenomeno della Juventus, che ha cominciato a vincere appena sbarcato alla Juve. Conte e Marotta lo hanno soffiato alle giovanili del Manchester United e lui a 19 anni ha inanellato 18 presenze da titolare (su 24 totali) e cinque reti nel primo campionato, poi l'anno scorso l'esplosione con 7 reti e 6 assist in 36 partite e una media voto del 6,41. L'anno nuovo e' cominciato sulla stessa falsa riga, 9 presenze, un gol e un assist che danno una fantamedia del 6,89.

A celebrare la Genova che vince e convince, con il grande avvio di campionato di Genoa e Sampdoria, ci sono anche i giovani. Parecchi nati poco prima di quel '92 che mi sono dato come nastro di partenza, purtroppo. Tant'e', fa' lo stesso, visto che i nomi eligibili ci sono comunque.

Con Mihajlovic in panchina, ad esempio, lo spagnolo Pedro Obiang sembra finalmente aver trovato la propria dimensione. La promessa del settore giovanile blucerchiato ha dato il meglio di se' forse due stagioni fa: 4 assist e un gol in 34 giornate (32 dal 1') per una media voto del 6,07 (colpa delle 6 ammonizioni, ma insomma... gioca davanti alla difesa!). Lo scorso anno nessun bonus, solo 24 gare da titolare su 27, 5,67 di media voto. Quest'anno ha iniziato alla grande come tutta la squadra: 6,39 di media, 10 volte titolare su 11, un gol e un assist. Troppi tre gialli in nemmeno un terzo di torneo.

L'altro talento messosi in luce nella citta' della Lanterna e' il fresco nazionale Sturaro. Centrocampista centrale completo, bravo a contenere, ad impostare, ad inserirsi. Manca ancora qualcosa in fase offensiva, visto che i suoi bonus sono ancora pochissimi. Una rete e due assist nel campionato 2012/13, in cui ha giocato 16 gare in tutto. Zero bonus nelle prime 7 uscite di quest'anno, in cui la media voto del 6,21 diventa fantamedia del 5,86 per colpa di tre gialli. Conte non ha perso tempo e lo ha gia' inserito nei nuovissimi che dovranno "fare l'Italia". Prima chance azzurra nella sua Genova, test amichevole contro l'Albania.

Dulcis in fundo, la grande speranza dell'Inter Mateo Kovacic. La stellina croata dell'Inter e' un classe 1994. L'ex presidente Moratti lo volle in nerazzurro nel gennaio del 2013, sborsando ben 11 milioni alla Dinamo Zagabria per un predestinato che pero' era pur sempre un 18enne...! Dopo un legittimo ambientamento, ora il centrocampista nerazzurro si sta mettendo in evidenza come merita. In undici gare da titolare, ha segnato due reti e collezionato due assist, toccando la fantamedia del 6,59. E' un regista con i piedi fatati e poco incline alla fase difensiva, tanto che Mazzarri lo impiegava come mezz'ala. Si dice che Mancini lo voglia spostare sulla trequarti, ma aspettiamo la prova del campo. L'attuale tecnico dell'Inter se ne intende di giocatori di classe e vorra' fare di Kovacic uno dei pilastri della propria squadra. A Mateo, stara' raccogliere la sfida.
 
comments powered by Disqus