Sassuolo
Serie a 2018/2019
Domenico Berardi


0
Partite giocate
0
Minuti giocati
0
Goal

0
Partite da titolare
0
Sostituzoni
0
Sostituzioni fatte

0
Espulsioni
0
Ammonizioni
0
Assist

0
Rigori tirati
0
Rigori segnati
0
Autoreti

0.00
Media
FantaVoto

0.00
Media
Gazzetta

0.00
Media
CorSport

0.00
SMR
* SMR: Scostamento Media Ruolo indica la differenza (positiva o negativa) tra il voto del singolo giocatore e quelli di tutti i giocatori del campionato appartenenti allo stesso ruolo del giocatore in esame.
Attaccante Nato il 01/08/1994
 
NEWS 2/48
01/02/2015 14:15
Il Sassuolo manda l'Inter in tilt: 3-1 e sorpasso Secondo ko di fila per i nerazzurri, affossati dai gol di Zaza, Sansone e Berardi e pesantemente contestati dai tifosi. Accorcia Icardi.  
Il Sassuolo batte l'Inter 3-1 al Mapei Stadium e la supera in classifica. Zaza, Sansone e Berardi decretano il secondo ko di fila per la squadra di Mancini che probabilmente abbandona in via definitiva i sogni di Champions League e a fine gara e' pesantemente contestata dai tifosi al seguito. Ennesima giornataccia insomma per un'Inter che gioca un primo tempo da dimenticare e si sveglia solo in parte nella ripresa, anche se il gol di Icardi per il momentaneo 1-2 arriva su un regalone di Magnanelli.

LA PARTITA - Dopo tre sconfitte negli unici tre precedenti, con 15 gol incassati e nessuno realizzato, il Sassuolo si prende la rivincita sull'Inter. La squadra di Di Francesco parte forse un po' intimorita, ma poi sale in cattedra grazie a un impianto di gioco che l'Inter di Mancini e' ancora ben lontana dal mostrare. Per l'occasione, il tecnico interista lascia in panchina Icardi, con Palacio a fare da prima punta, supportato da Shaqiri, Kovacic e Podolski. Zaza sblocca al 17', sfruttando un buco del solito Vidic in difesa e fulminando Handanovic con un gran sinistro che si infila sotto il primo incrocio. Gol splendido, come lo e' quello del raddoppio di Sansone: dribbling su Palacio e destro a giro che non lascia scampo al portiere.

L'Inter cambia tutto nella ripresa: Medel scala in difesa per fare il terzo centrale, i terzini Donkor e Dodo' salgono a centrocampo e Kovacic si mette a fare il regista accanto a Guarin. L'inedito 3-4-3 e' completato dal tridente Shaqiri-Palacio-Podolski. La musica e' un'altra, ma il Sassuolo resiste grazie all'imprecisione degli attacchi ospiti, a un grande intervento di Consigli su Dodo' e a un palo colpito dallo sfortunato Shaqiri. L'Inter ci crede ma la palla buona a Icardi - che ha rilevato un Podolski in ombra - arriva per colpa di un errore di Magnanelli: retropassaggio intercettato dall'argentino che evita l'uscita di Consigli e deposita in rete. Partita riaperta, ma non e' giornata per l'Inter. In pieno recupero, Donkor mette giu' Zaza in area, Valeri decreta il rigore che Berardi trasforma per il definitivo 3-1. Di Francesco si gode il trionfo, il Sassuolo vola a 28 punti in classifica, due in piu' dell'avversaria, ma si mangia le mani per i cartellini: gialli per i diffidati Zaza e Berardi, rosso per Sansone. Contro la Samp, attacco da inventare. Unica nota positiva per Mancini, l'ingresso del nel acquisto Brozovic, che in pochi minuti lascia intravedere di avere talento da vendere: per il resto, sono davvero tanti i problemi della sua Inter, a cominciare da una difesa in continua emergenza. E non solo per colpa dei pur tanti infortuni.

FANTANALISI:
Missiroli, Zaza e Sansone sono i migliori in campo, anche se il terzo rovina tutto con un rosso assolutamente evitabile a partita praticamente finita. In casa Inter i peggiori sono Vidic, Kovacic e Podolski. Potrebbe raggiungere almeno la sufficienza, oltre all'uomo gol Icardi, forse Shaqiri, autore di un'ottima ripresa.